sabato 28 luglio 2012

Vacanze e Spritz



Alla fine di questo Post avrete la ricetta dello Spritz, Promesso. Ma ora mi sfogo :)

Il caldo si sta intensificando, il campo estivo è finito. E tra poco torno in Sicilia.
Ho avuto due giornate piene. Il mio gatto è salito in cima a un albero di 5 metri, i pompieri sono venuti e hanno deciso di lasciarlo lì.

Ho dovuto lottare con i vicini il cui unico problema era che il gatto miagolava e non li faceva dormire.
Sono quasi arrivata in cima a una montagna e poi sono scivolata di nuovo, non proprio al punto di partenza ma quasi.

Perchè la vita è fatta di alti e bassi, e quando ci sono i bassi mi sento usurata dalla vita stessa, ma poi passa. Insomma non sempre tutto va come vogliamo.




La settimana prossima papàdifretta sarà in Zimbawe per tutta la settimana, e se tutto va come deve andare, (per una volta) al suo ritorno  sarò Sicilia.

Sarà mare e sole.
Un  coccodrillo come mene ha necessità.
Così come avrei necessità di recuperare un pò di sonno, sono il genio della disorganizzazione. Ma sto cercando di porre rimedio a questa cosa. A breve recensione del libro "la mia mamma sta con me" di Claudia Porta  su quando nasce una mamma..

Sono sicura che non riuscirò a non bloggare fino al rientro, ma credo sia giusto congedarmi, non si sa mai. Sonno e stanchezza stanno prendendo il sopravvento.

Faccio almeno 3 lavori, ma siccome li faccio da casa è ovvio che per chi mi sta intorno "non lavoro".

La mentalità italiana ti vuole madre e produttiva. Senza che la cultura italiana abbia alcun fondamento in questo.
Potrei raccontarvi dei mille mila amici siculi costretti ad avere i figli  a 1000 e più km di distanza per tutto il periodo estivo. Finisce la scuola e i bambini vengono "spediti" dai nonni, e non si può far altrimenti. Con costi enormi..li devi accompagnare in aereo, li devi riprendere ad Agosto. E poi tre mesi di vacanze sono un'eternità.
Quet'anno l'ho mandata al campo estivo, ma ad agosto non ce n'è e mi chiedo se lavorassi fuori di casa quale sarebbe l'alternativa. Probabilmente anche io dovrei allertare zii e nonni e Sarah dovrebbe fare l'abitudine a dei genitori invernali e delle mezze stagioni. E io, boh.

E probabilmente sarà così che andrà dall'anno prossimo.

Insomma non ci pensiamo, perndiamoci uno spritz, che forse è meglio.



Ricetta dello Spritz

1/3 di Aperol
1/fetta di arancia
6 cubetti di ghiaccio
1/3 di soda water
1/3 di spumante secco (brut o extra brut, per capirci)


Incominciate mettendo nel bicchiere lo spicchio di arancia  e il ghiaccio, aggengiute nell'ordine: Aperol, Soda water, Spumante secco.
Decorate a piacere.


5 commenti:

  1. Un articolo dal sapore un pò amaro Maria Pia... ma pieno di verità! Quante volte, quando vivevo a brescia per seguire le mie aspirazioni lavorative ho pensato che non avrei mai potuto avere figli... perchè sarebbe stato un problema crescerli, perchè avrei dovuto poi dare il mio stipendio a qualcuno che se ne prendesse cura, perchè non avrei potuto vedere tutti i loro progressi come invece una mamma dovrebbe fare... Avevo scelto un lavoro troppo impegnativo, che mi portava lontana da casa settimane intere. E pensavo: perchè far soffrire delle anime innocenti che a stento poi mi ricooscerebbero al ritorno da ogni concerto? L'unica loro consolazione sarebbe stata trascorrere con i nonni in Puglia le loro vacanze estive, natalizie e pasquali... perchè essere un musicista ti porta via ancora di più durante le feste, le vacanze, quando la gente è libera e va a teatro a godersi un bel concerto...
    Così arrivata ad un certo punto ho preso la mia decisione.
    E dopo quasi 10 anni eccomi qui: sposata, con due bimbette che adoro e nel mio paese natio, insegnante precaria che arranca per racimolare qualcosa, ma felice di fare la mamma a casa (e se riuscissi anche a lavorarci, in casa, sarebbe il massimo!) Ho dato priorità a ciò che per me era davvero importante nella vita...
    Scusami ti ho scritto un romanzo lunghissimo... Ma il tuo articolo mi ha fatto tornare alla mente quel periodo e quelle mie riflessioni...
    Uno spritz fa proprio piacere in questa mattinata già calda e sono solo le 9!!
    Cin cin!!

    RispondiElimina
  2. Quando stai per cadere allunga una mano. Troverai la mia.
    Ti voglio bene.
    E cin cin.

    RispondiElimina
  3. Ti capisco benone.........e altro che recuperare qualche ora di sonno........pensiamo ai momenti alti che i bassi ci pensano da loro a venirci fra i piedi!Un bacio e se hai tempo (?) passa da me, c'è qualcosa x te!:-)

    RispondiElimina
  4. In qesto momento dell'anno siamo tutte molto stanche...e i pensieri neri prendono il sopravvento...

    P.S. Grazie per la ricetta, giusto giusto stasera ho un compleanno da festeggiare!!

    RispondiElimina
  5. rilassati e divertiti al mare :-D

    RispondiElimina

il tuo commento mi regala un sorriso

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...